Acqua stanca è come a Venezia viene chiamato il “punto della marea che si trova tra il calare ed il crescere, o tra questo e quello” [dal Vocabolario di Marina in tre lingue, 1813].

Stavo già usando questo nome per il mio account su Instagram da qualche tempo, ma ho voluto riprenderlo perché mi piace l’ambiguità di essere in un momento di stasi a cui non so ancora se seguirà una crescita o una discesa: lo trovo rappresentativo della mia vita in questo momento.

Anche il dominio .eu è voluto e ha una sua giustificazione. “acquastanca.it era già preso da un ristorante di Burano”, diranno le malelingue e avranno certamente ragione, ma mi piaceva avere il dominio .eu per due ragioni:

-la prima è che ricorda Euskal Herria, ovvero i Paesi Baschi, anche se il dominio ufficiale sarebbe .eus (esiste solo dal 2013, prima usavano in maniera non ufficiale .eu anche loro);

-la seconda è che un italo-tedesco che va nei Paesi Baschi a fare un corso di carpenteria navale tenuto da un docente del Maine e un aiutante argentino che vive in Francia, insieme a ragazzi e ragazze che vengono da Spagna, Francia, Belgio, Grecia, non può che non sentirsi europeo.